Counseling, Mindfulness, musicoterapia, psicologia positiva, psicologia, musicoterapia

Sono diventata l’Architetto della mia vita!





Ciao,

Come procede la tua estate?
Oggi vado dritta al punto…Essere una Mindfulness Coach o avere la valigia degli attrezzi di una Terapeuta, non significa essere sempre al top, i momenti “no” capitano, come ad ogni essere umano! L’importante, è viverli, accettarli senza giudicare noi stessi, a questo ci aiuta la Mindfulness:“ avere consapevolezza di sé prestando attenzione alla realtà nel momento presente, in maniera oggettiva e distaccata e, soprattutto, non giudicante.”

Prima di conoscere la Mindfulness, i miei momenti “no” erano davvero catastrofici e molto bui, ma soprattutto rimettevo in questione TUTTO quello che mi riguardava, dalle mie capacità, alle mie amicizie, al mio non essere abbastanza per il mondo che mi circondava.
Ho imparato che avendo una vita sola, non solo dobbiamo spenderla bene, ma dobbiamo puntare al massimo per noi stesse, iniziando dal credere nei nostri sogni fino in fondo, anche se ci sarà sempre qualcuno a farci vacillare, dobbiamo sempre sapere che noi siamo il nostro baricentro e nessun’altro!
Iniziando quindi non sottovalutandoci usando le giuste parole quando parliamo a noi stesse!

Parole da SOSTITUIRE:

Mai con NON ANCORAÈ difficile con 
NON È IMPOSSIBILE, non posso farcela con CE LA FARO’ DEVO SOLO TROVARE LA STRADA GIUSTA
Non sono capace con DEVO CAPIRE COME FARLO
Sono fatta così con POSSO MIGLIORARE
Capita tutto a me con È SOLO UN MOMENTO, NON è PER SEMPRE

Noi siamo gli architetti della nostra vita, chi meglio di noi, sa su quale terreno costruire e quali materiali utilizzare?!Che sia luce: SEMPRE! Ti abbraccio

Rispondi